Vai ai Contenuti - Go to content Vai alla Navigazione - Go to navigation Vai alla Ricerca - Go to search

Luglio Longobardo 11-12 luglio 2015 a Nocera Umbra · 9 luglio 2015, 00:13 by SISAEM

La SISAEM è lieta di collaborare con:

LUGLIO LONGOBARDO 2015
Manifestazione storico-rievocativa dell’Età longobarda
11 e 12 LUGLIO 2015
NOCERA UMBRA (PG)

LA DONNA LONGOBARDA TRA STORIA, MITO E LEGGENDA
Acquartieramento storico, Convegno, Mostre, Spettacoli, Cena medievale, Laboratori didattici.

Quinta, imperdibile edizione per il “Luglio Longobardo”, la manifestazione storico-rievocativa che si è imposta ormai, grazie alla qualità e alla varietà delle proposte, come uno degli eventi di imprescindibile riferimento per quanto concerne il primo Medioevo italiano. Protagonisti, come sempre, i Longobardi: giunti in Italia a metà del VI secolo, conquistarono gran parte della penisola dando vita a un regno destinato a durare due secoli. Un’esperienza che lasciò ampie tracce anche in Umbria, e a Nocera in particolare: tra le testimonianze archeologiche in assoluto più importanti, infatti, c‘è proprio la necropoli che fu scoperta in area “Portone” nel 1897, caratterizzata da ricchissimi corredi oggi esposti al Museo dell’Alto Medioevo di Roma e parzialmente al Museo Nazionale del Ducato di Spoleto.

Il “Luglio Longobardo 2015” si terrà dall’11 al 12 luglio nel cuore dell’antico borgo nocerino. Il tema di quest’anno è “La donna longobarda tra storia, mito e leggenda”. Per festeggiare il traguardo, importantissimo, della quinta edizione, la manifestazione di quest’anno presenta molte novità rispetto agli anni precedenti e sarà ancora più ricca e interessante. Oltre al campo storico – allestito stavolta nella suggestiva Torre Civica (detta “Campanaccio”) -, il programma prevede infatti un convegno di approfondimento dedicato alla donna longobarda nei suoi molteplici aspetti, una mostra dedicata al sito seriale Unesco “L’Italia dei Longobardi”, una cena a tema e laboratori didattici.

CAMPO STORICO – La parte rievocativa porta come sempre la prestigiosa firma della Scuola di Scherma Antica Fortebraccio Veregrense, uno dei più esperti e rinomati gruppi di reenactors a livello nazionale. Le sale della Torre saranno allestite sabato 11 e domenica 12 luglio dalle 10 in poi come un vero e proprio acquartieramento: sarà possibile assaporare momenti di vita quotidiana (cucina, tessitura, artigianato, ecc.), assistere a dimostrazioni d’arme e stage didattici, ammirare oggetti, corredi, armi e abiti riprodotti in maniera filologicamente corretta. In programma anche laboratori di medicina e scrittura longobarda, condotti dai gruppi ospiti Gens Langobardorum di Salerno e Benevento Longobarda.

CONVEGNO – Per quanto concerne il convegno, che si terrà come di consueto presso il Museo Archeologico, sono previsti due giorni di lavori. La prima sessione è fissata per sabato 11 luglio a partire dalle ore 16. Dopo i saluti delle Autorità, la dott.ssa Elena Percivaldi – storica e coordinatrice del “Luglio Longobardo” – introdurrà il tema e parlerà de “La donna longobarda tra mito, letteratura e storia”. A seguire l’avv. Giulio Mastrangelo (Università degli Studi di Bari – Lecce) tratterà “La condizione giuridica della donna nelle leggi longobarde”. Infine il dott. Valter Bernardini (Museo di Fabriano) illustrerà “La donna longobarda nell’arte”.

I lavori riprenderanno il giorno successivo, domenica 12 luglio, sempre alle 16 con la dott.ssa Antonella Pizzolongo che parlerà di una delle occupazioni più importanti della donna longobarda, la tessitura: “Fili d’oro. La donna longobarda e la tessitura: dalle tracce tessili alla ricostruzione dei tessuti” è il titolo dell’intervento, che prevede anche una dimostrazione pratica al telaio storico. A seguire, spazio ai rievocatori che tratteranno il tema del rapporto tra donna e medicina nell’Alto Medioevo (Federica Garofalo, Gens Langobardorum) e descriveranno l’abito della donna longobarda in tutti i suoi molteplici e affascinanti dettagli (Amanda Rampichini, Fortebraccio Veregrense). Chiude il convegno uno spettacolo con Ordalia (combattimento in singolar tenzone) sempre a cura di Fortebraccio Veregrense.

CENA MEDIEVALE – La manifestazione è arricchita, quest’anno, da momenti di ulteriore richiamo. Sabato sera, nella parte alta del borgo – tra la Torre Civica, il Duomo e il Museo Archeologico, centro della manifestazione – si terrà una “cena longobarda” (info e costi: pronocera@libero.it) in cui sarà possibile gustare piatti ispirati alla tradizione locale e altomedievale e la birra prodotta dal Birrificio San Biagio di Nocera Umbra.

MOSTRA UNESCO – Presso il Museo Archeologico, inoltre, sarà esposta la mostra la prestigiosa mostra “L’Italia dei Longobardi. I luoghi e i protagonisti”: i sette monumenti del Sito Seriale Unesco rivivono grazie alle bellissime illustrazioni di Tommaso Levente Tani. L’esposizione, eccezionalmente prestata dal Comune di Cividale del Friuli (Ud) che l’ha realizzata, sarà esposta durante l’evento e per un intero mese.

LABORATORI DIDATTICI – L’offerta è completata da un ricco programma di laboratori didattici. I laboratori di medicina e scrittura longobarda si svolgeranno presso la Torre Civica (a cura dei gruppo storici presenti).

Presso le sale didattiche del Museo Archeologico, invece, domenica alle 10 avrà luogo un laboratorio di oreficeria e metallurgia altomedievale per bambini a cura dell’orafa Fausta Chiavegatti, che illustrerà la tecnica della “fusione ad osso di seppia” e farà realizzare ai partecipanti un proprio oggetto in metallo, fondendolo al momento. Il laboratorio sarà preceduto da una piccola introduzione storica.

Il laboratorio verrà realizzato al raggiungimento di un minimo di 8/9 partecipanti (costo: 6 euro ciascuno). Durata di circa 2 ore.

“Luglio Longobardo 2015” è organizzato da Pro Loco Nocera Umbra in collaborazione con Scuola di Scherma Antica Fortebraccio Veregrense e Perceval Archeostoria e si avvale del patrocinio istituzionale di Comune di Nocera Umbra, Provincia di Perugia, Regione Umbria, Camera di Commercio di Perugia, Comune di Cividale del Friuli (Ud), Padiglione Italia Expo Milano 2015, e del patrocinio culturale di mensile “Medioevo”, E.M.A.i.A. (Early Middle Ages In Action), Associazione Culturale Italia Medievale, SISAEM (Società Internazionale per lo Studio dell’Adriatico nell’Età Medievale), “Medioevo Italiano rivista telematica”. Multimedia partner: La Storia Viva.

Per informazioni, si possono contattare gli organizzatori scrivendo a pronocera@libero.it e luglio.longobardo@gmail.com, oppure visitando il sito http://lugliolongobardo.jimdo.com.

“Luglio Longobardo” è anche su Twitter (@LuglioLongobard) e Facebook (http://www.facebook.com/luglio.longobardo).

Call for Papers Medioevo Adriatico volume 6 - 2016 · 26 marzo 2015, 23:17 by SISAEM

Call for Papers
Medioevo Adriatico
Volume 6 dell’anno 2016
ISSN: 2037-6014

Norme per la presentazione di contributi:

1. Abstract (100-400 parole) e 5 parole chiave.
2. Breve CV per ogni autore e co-autore.
3. Termine per la sottomissione dell’abstract: 29 febbraio 2016.
4. Termine per la sottomissione dell’articolo definitivo: 1 giugno 2016.

Gli argomenti ammessi per “Medioevo Adriatico” devono essere relativi alla Storia ed alla Cultura dell’Adriatico nel Medioevo (V-XV secolo), con possibilità di ampliare l’attenzione alla prima età moderna (XVI-XVII secolo).

Per tutte le informazioni contattare:

SISAEM – Società Internazionale per lo Studio dell’Adriatico nell’Età Medievale
Presidente
Dr. Roberta Fidanzia (Ph.D)
Viale Oscar Sinigaglia, 48
I-00143 Roma, Italia
E-mail: segreteria ( at ) sisaem.it
Web: http://www.sisaem.it
Tel. +39.06.916501181
Fax +39.06.62277258

- – -

Indici dei volumi precedenti:
1 / 2007
2 / 2008
3 / 2010
4 / 2012
5 / 2014

Comitato Scientifico

Tutti i contributi di Medioevo Adriatico sono sottoposti al giudizio di due blind referees. (Sito dell’editore)

Medioevo Adriatico vol. 5 / 2014 · 24 luglio 2014, 21:56 by SISAEM

Il volume 5 di Medioevo Adriatico può essere acquistato in formato e-book (PDF).


ISSN: 2037-6014

Si ringraziano gli studiosi che hanno trasmesso i propri contributi.

Sono stati pubblicati i saggi di: Massimo Bidotti, Antonio Pio Di Cosmo, Furio Isolani, Vito Ricci, Fabio Serafini, Magdalena Skoblar.

Prefazione a Medioevo Adriatico di Roberta Fidanzia;

Antonio Pio Di Cosmo, Le ducatus insignia: I segni del potere dello stato veneziano, fra autorità pontificia e influenze bizantine;

Furio Isolani, Il Picenum suburbicarium e la nascita dei gastaldati minori di Septempeda e di Castelpetroso (591-601)

Vito Ricci, I templari e le relazioni tra le due coste dell’Adriatico

Fabio Serafini, San Marco, chiesa camaldolese e giovannita di Fano

Magdalena Skoblar, The hodegetria icon of tourmarches delterios at Trani

Massimo Bidotti, Note di lettura ad Attilio Vaccaro, Studi storici su Giorgio Castriota Scanderbeg. Eroe cristiano albanese nella guerra antiturca

Schede bibliografiche di Angelo Gambella

E-book da scaricare

Per tutte le informazioni contattare:
E-mail: segreteria ( at ) sisaem.it

E’ aperto il CFP per Medioevo Adriatico 6
Si avvisano gli studiosi interessati che è possibile inviare saggi, comunicazioni e recensioni. Gli argomenti ammessi per “Medioevo Adriatico” devono essere relativi alla Storia ed alla Cultura dell’Adriatico nel Medioevo (V-XV secolo), con possibilità di ampliare l’attenzione alla prima età moderna (XVI-XVII secolo).

Luglio Longobardo (Nocera Umbra, 5-6 luglio 2014) · 5 luglio 2014, 19:23 by SISAEM

La SISAEM è lieta di concedere il proprio patrocinio all’evento “Luglio Longobardo 2014” organizzato da Pro Loco Nocera Umbra in collaborazione con Scuola di Scherma Antica Fortebraccio Veregrense e Perceval Archeostoria con la coordinazione scientifica della dott.ssa Elena Percivaldi.

“Luglio Longobardo 2014” si terrà il 5 e il 6 luglio nel cuore dell’antico borgo nocerino. Il tema di quest’anno è “I Longobardi e il culto di San Michele, Arcangelo guerriero”. Nella sala conferenze del Museo Archeologico docenti e studiosi esamineranno l’importanza dell’Arcangelo e il ruolo del suo culto nella sensibilità religiosa e nella società longobarda. San Michele, santo guerriero per eccellenza, fu infatti date le sue caratteristiche particolarmente caro ai Longobardi che, dopo la conversione al Cristianesimo, lo adottarono come santo protettore intitolandogli chiese e santuari in tutta la penisola, da nord a sud: il più celebre è senza dubbio Monte Sant’Angelo in Puglia, patrimonio dell’Umanità Unesco.

Medioevo Italiano Rivista telematica è online · 18 aprile 2014, 01:53 by SISAEM

E’ online il primo numero di Medioevo Italiano Rivista telematica ISSN 2284-418X.

Il primo fascicolo della Rivista presenta i seguenti contributi:

Ferdinando Angeletti, La lotta alle compagnie di ventura. La confederazione italiana del 1366
Anna Maria Cantore, Il mito e l’impegno politico federiciano. Il Liber Augustalis ed i provvedimenti a favore delle donne
Andrea Cazzulo, I Cavalieri. La nascita di uno stile di vita
Carlo Fornari, Giulia Farnese e il motto segreto del suo palazzo. IN VE CHITO
Angelo Gambella, La prima edizione del Premio Riccardo Francovich
Ulderico Nisticò, Leggende carolingie in Calabria

Medioevo Italiano. Rivista telematica.
Comitato Scientifico: Massimo Bidotti, Roberta Fidanzia, Paola Novara, Elena Percivaldi, Vito Sibilio, Ileana Tozzi.
Direttore responsabile: Angelo Gambella.
Tutti i contributi della Rivista sono sottoposti al giudizio di due blind referees.

Sito web della Rivista

« Notizie precedenti Notizie successive »